Home Management direzionale Il racconto di un cambiamento, surfando nella memoria 3/3

Il racconto di un cambiamento, surfando nella memoria 3/3

764
SHARE

man-change

di Giovanni Scalia*

Prima parte

Seconda parte

Considerazioni finali

Siamo partiti da ciò che eravamo e su quello, abbiamo edificato sopra, migliorando l’esistente ed innestando nuovi percorsi mentali quotidiani.

Oggi il lavoro non si è fermato, in quanto la migliorabilità continua è il nostro obiettivo. Tutt’ora, infatti, ogni giorno affiniamo sempre più procedure e comportamenti, ma il clima è diverso. Le resistenze sono minori a qualunque livello, tuttavia la cosa importante era cambiare il modo di percepire questi temi in azienda. Questo era l’obiettivo principale. Siamo consapevoli che il lavoro non è finito, ora c’è la fase del mantenimento, un po’ come le diete alimentari, che è la fase ancora più impegnativa.

Mantenere tutto ciò è un impegno costante. Fatto ancora oggi di scambi dialogici anche talvolta animati, ma è cambiato il terreno di coltura.

In tutto ciò, è nostra ferma convinzione che non deve abbandonarci mai la determinazione nel difendere ciò che si è ottenuto in termini di crescita professionale, ma soprattutto umana.

La crescita c’è stata per tutti. Socrate diceva: “mentre insegno, imparo” e vi confesso che non esiste affermazione più vera di questa, in quanto, tanto è stato l’impegno di tutti, ma tanto ho ricevuto in cambio in termini di crescita di competenze professionali e di conoscenza dell’animo umano.

I tipi umani sono molteplici, ognuno è un mondo a se. Non si tratta solo di creare una relazione che ci faccia crescere, ma si tratta soprattutto di danzare insieme, all’interno di un vissuto, che anche inconsciamente, lascia un segno dentro.

Il gruppo di lavoro creato all’inizio, continua a riunirsi ancora oggi, ma con una cadenza meno fitta e meno rigida rispetto all’inizio. Talvolta per la gestione di problemi quotidiani, basta anche un breve incontro organizzato singolarmente e per le vie brevi. L’esperienza e la conoscenza del percorso fatto, ha consolidato nel gruppo, modalità e consuetudini,  anche rapide, nelle decisioni.

Ed infine…..

Mi piace chiudere questo breve racconto, ringraziando chi mi ha dato l’opportunità di essere presente in questa pubblicazione .

Ed infine Mi piace concludere questo volo immaginario condiviso con voi, con una citazione che per me rappresenta lo Spirito con cui ogni mattina, staccando la sveglia, inizio la mia giornata, consapevole che sarà un’altra giornata da vivere e da condividere, che probabilmente non sarà semplice, come spesso accade, ma che ne varrà sempre la pena:

“Mi piace la gente che vibra,

che non devi continuamente sollecitare

e alla quale non c’è bisogno di dire cosa fare

perché sa quello che bisogna fare

e lo fa in meno tempo di quanto sperato.

Mi piace la gente che sa misurare

le conseguenze delle proprie azioni,

la gente che non lascia le soluzioni al caso.

Mi piace la gente giusta e rigorosa,

sia con gli altri che con se stessa,

purché non perda di vista che siamo umani

e che possiamo sbagliare.

Mi piace la gente che pensa

che il lavoro in equipe, fra amici,

è più produttivo dei caotici sforzi individuali.

Mi piace la gente che conosce

l’importanza dell’allegria.

Mi piace la gente sincera e franca,

capace di opporsi con argomenti sereni e ragionevoli.

Mi piace la gente di buon senso,

quella che non manda giù tutto,

quella che non si vergogna di riconoscere

che non sa qualcosa o si è sbagliata.

Mi piace la gente che, nell’accettare i suoi errori,

si sforza genuinamente di non ripeterli.

Mi piace la gente capace di criticarmi

costruttivamente e a viso aperto:

questi li chiamo “i miei amici”.

Mi piace la gente fedele e caparbia,

che non si scoraggia quando si tratta

di perseguire traguardi e idee.

Mi piace la gente che lavora per dei risultati.

Con gente come questa mi impegno a qualsiasi impresa,

giacché per il solo fatto di averla al mio fianco

mi considero ben ricompensato’

-Mario Benedetti-

Vuoi scoprire come far diventare il tuo gruppo di lavoro una squadra vincente? Clicca qui!

*Giovanni Scalia

Palermitano d’origine ed imprenditore di Destino, in quanto nato all’interno di una famiglia con antiche tradizioni imprenditoriali, nei primi 30 anni di professione, svolge attività di imprenditore e di libero professionista come consulente e formatore, in tutto il territorio nazionale. Da circa 5 anni lavora all’interno di una società facente capo ad un prestigioso gruppo metalmeccanico di respiro internazionale con sedi in tutto il mondo. In particolare, per la suddetta società, si occupa di Risorse Umane e Relazioni industriali. Inoltre, all’interno della stessa, è componente dello staff dell’area Risk Mangement & Compliance. Ha ricoperto e ricopre ancora oggi alcuni incarichi presso l’associazione datoriale cui è iscritta la suddetta società.

About Redazione

ha scritto 603 articoli in questo sito.