Home Notizie Generali ISO 9001 c’è da tanti anni, ma cosa ne sappiamo realmente?

ISO 9001 c’è da tanti anni, ma cosa ne sappiamo realmente?

785
SHARE

iso9001-01Grazie a questo articolo apprenderete, in pochi minuti, le cose indispensabili per comprendere caratteristiche e valore della norme ISO 9001.

E’ la più nota delle certificazioni in ambito Qualità. Universalmente riconosciuta e trasversalmente applicabile ad organizzazioni di qualsiasi settore e dimensione. Emessa da ISO, International Organization for Standardization, nella sua prima revisione internazionale che risale ad oltre vent’anni anni fa. La Iso 9001 nasce dall’esperienza delle aziende che operano nei settori manifatturieri più organizzati, …

…per disegnare un modello organizzativo di base che disponga degli elementi minimi necessari a garantire la capacità di un’organizzazione di realizzare in modo sistematico prodotti o servizi secondo standard specifici, anche qualitativi, condivisi con il cliente. Nel tempo ha subito varie modifiche e revisioni, che hanno rafforzato nella norma gli aspetti propri della gestione interna, fornendo strumenti alla Direzione per la gestione dell’efficienza e del miglioramento, fino a portare l’organizzazione a rileggersi attraverso i propri processi, consentendo alla stessa di disporre di una visione dinamica di sé e la possibilità di tenerne sotto controllo punti di forza e di debolezza.

La Iso 9001 è una norma semplice e al contempo completa: fornisce un modello organizzativo accurato che qualsiasi direzione, di aziende di ogni settore,  può comprendere, interpretare e realizzare nella propria organizzazione. La sua applicazione avanzata porta ad utilizzarla come base su cui innestare strumenti gestionali più complessi, quali quelli per la gestione di indicatori e di cruscotti aziendali, detti cockpit, di più recente realizzazione o quelli della Gestione per obiettivi, in inglese Management by objectives, da cui l’acronimo MbO, e ancore quelli per la misura delle performance aziendali, Kpi e dello sviluppo del personale.

Oggi, con la nuova edizione della norma ISO 9001, ma soprattutto con quanto riportato nella più ampia ed esaustiva ISO 9004, l’organizzazione vede finalmente delineato un modello di gestione che conduce l’organizzazione stessa al miglioramento continuo delle prestazioni, attraverso la messa in pratica di otto principi guida:

  1. orientamento al cliente;
  2. leadership;
  3. coinvolgimento del personale;
  4. approccio per processi;
  5. approccio sistemico alla gestione;
  6. miglioramento continuo;
  7. decisioni basate su dati di fatto;
  8. rapporti di reciproco beneficio con i fornitori.

E’ importante sottolineare che la certificazione di conformità alla norma Iso 9001, rappresenta per le organizzazioni di oggi solo il punto di partenza nel lungo percorso della qualità ed è una sorta di lasciapassare necessario per non essere rifiutati a priori dalle severe regole del mercato e della concorrenza.

Il reale successo di un Sistema di Gestione Qualità, non è solo la certificazione ma soprattutto la continua realizzazione di comportamenti, condivisi da tutta l’organizzazione aziendale, centrati su:

  • il cliente e la sua piena soddisfazione: accrescere la capacità di soddisfare le esigenze e le aspettative dei propri clienti passa attraverso una migliore conoscenza e controllo dell’azienda;
  • la visione dell’azienda come un insieme di processi: intesi come insiemi strutturati di attività e di informazioni correlate o interagenti tra loro e dipendenti l’uno dall’altro, nei quali profili professionali diversi condividono esperienze e conoscenze, e aiutano a descrivere come farlo. Gestire i processi significa utilizzare conoscenze, competenze, strumenti, tecniche e sistemi per pianificare, definire, visualizzare, misurare, controllare, raccogliere dati, con l’obiettivo di soddisfare tutti i requisiti posti a monte (requisiti cogenti, requisiti del cliente, requisiti volontari, requisiti dell’organizzazione, etc.).
  • il miglioramento continuo delle prestazioni: per migliorare un processo, occorre che tutti i principali artefici lavorino insieme per eliminare gli sprechi (di denaro, di tempo, di risorse), per ottenere un processo che sia più veloce, meno caro, più facile e più sicuro rispetto al precedente. Occorre cercare di automatizzare le attività in modo da ridurre il lavoro umano e puntare sul miglioramento di almeno uno di questi elementi: qualità tecnica, prezzo, tempi di consegna, flessibilità, assistenza, soddisfazione del personale. In sintesi è il ciclo PDCA, Plan (Pianifica), Do (Esecuzione), Check (Controllo), Act (azione): la costante iterazione delle fasi PDCA permette al sistema aziendale di realizzare un miglioramento continuo dei processi, dell’utilizzo delle risorse aziendali e della soddisfazione del cliente.

Button

Giorgia Petrotta

About Giorgia Petrotta

Giorgia Petrotta ha scritto 35 articoli in questo sito.

Sono in SDI da circa 10 anni ed ho la responsabilità dell'area progettazione piani formativi. Da Ingegnere Gestionale, ho inoltre maturato negli anni una esperienza importante nel project management ed internazionalizzazione. Sono il Responsabile del Servizio Gestione Qualità di SDI ed ho ricoperto questo ruolo, in ousourcing, anche per molti clienti SDI. Per i Clienti SDI: mi occupo della consulenza e formazione nelle aree internazionalizzazione e analisi dei costi industriali.

SHARE
Previous articleChi è il tuo cliente? – Ricetta d’impresa
Next articleLa dura verita’delle Soft Skills
Giorgia Petrotta
Sono in SDI da circa 10 anni ed ho la responsabilità dell'area progettazione piani formativi. Da Ingegnere Gestionale, ho inoltre maturato negli anni una esperienza importante nel project management ed internazionalizzazione. Sono il Responsabile del Servizio Gestione Qualità di SDI ed ho ricoperto questo ruolo, in ousourcing, anche per molti clienti SDI. Per i Clienti SDI: mi occupo della consulenza e formazione nelle aree internazionalizzazione e analisi dei costi industriali.