Home Studi e ricerche Perché fare rete per esportare: il successo di due aziende siciliane

Perché fare rete per esportare: il successo di due aziende siciliane

1154
SHARE

rete impreseAbbiamo spesso sentito dire che le aziende siciliane non fanno abbastanza rete, unendosi difficilmente in consorzi o cooperative. Sono quindi molti gli imprenditori che si chiedono quanto sia effettivamente utile unire gli sforzi, trovare obiettivi comuni e lavorare verso la stessa direzione.

Ecco quindi due modi diversi di fare rete che hanno prodotto lo stesso risultato: diventare protagonisti nel mondo.

La Ditta Drago Sebastiano è un’azienda di Siracusa, fondata nel 1929, specializzata nella conservazione di prodotti ittici sia al naturale che all’olio d’oliva e/o di semi, quali tonno e sgombro.

Oggi l’azienda esporta in tutto il mondo ed è presente ai grandi eventi mondiali, pronta a confrontarsi con realtà nuove e trovare occasioni di miglioramento ed espansione.

Ma come ha raggiunto questo risultato?

L’azienda, interessata a individuare nuovi partner commerciali, ad ampliare la propria gamma d’offerta e a raggiungere così nuovi mercati di sbocco, è stata una delle prime PMI a rivolgersi all’Enterprise Europe Network e a richiederne l’assistenza, divenendo uno dei “clienti” più attivi e dinamici. L’EEN, a cui abbiamo dedicato un importante webinar nei mesi scorsi, è la più grande rete mondiale di sostegno gratuito alle imprese.

La Ditta Draigo Sebastiano ha avuto così la possibilità di partecipare a B2B settoriali, seminari, workshop e soprattutto a fiere internazionali, affermando prima di tutto la presenza del proprio brand nelle grandi occasioni e cogliendo l’opportunità di conoscere, scoprire luoghi e metodi per portare i propri prodotti all’estero.

Anche un’altra realtà, non molto distante dalla Ditta Draigo, ha trovato nella capacità di fare rete un punto di forza per diventare grande nel mondo. La Oranfrizer, con sede a Scordia (CT) è oggi leader nella commercializzazione di succhi di agrumi nel mondo. Con una forte presenza in Giappone, Corea, Sud Africa ed estensivamente in Europa raggiungendo Paesi come la Norvegia, lavora all’interno dell’Organizzazione di Produttori “Terre e Sole di Sicilia” che raggruppa 95 soci.

È inutile fare finta di non saperlo: per esportare ci vogliono preparazione, qualità e numeri. Solo lavorando insieme si può creare quel “più della somma delle parti” che permette a tante piccole realtà di diventare un’organizzazione rispettata ed accolta all’estero. Queste due brevi e importanti storie dimostrano che ci sono più modi di fare rete e che l’investimento da fare in tal senso non è di tipo economico, ma di tipo organizzativo, vale a dire che più di ogni altra cosa queste aziende hanno saputo cambiare il proprio assetto organizzativo per adattarlo alle esigenze che la sfida dell’export porta con sé.

Esportare non significa soltanto vendere i propri prodotti a più clienti, ma riflettere sui punti di forza e di debolezza dell’azienda, sulle caratteristiche dei prodotti che si vogliono esportare, su come l’azienda presenta sé stessa all’esterno. Se spesso l’export ha cambiato in meglio la storia delle aziende non è stato semplicemente perché si sono aperti nuovi mercati, ma perché ha fornito l’occasione perfetta per cambiare.

Noi di Soluzioni d’Impresa lavoriamo da oltre venticinque anni con e per le aziende e sappiamo come fare rete e come far fare rete. Ma soprattutto, sappiamo cosa ci vuole per esportare.

organizzazione aziendale per l'export

Clicca sull’immagine e scopri come possiamo aiutarti a portare la tua azienda nel mondo!

About Redazione

ha scritto 676 articoli in questo sito.