Home Corsi Traffico di stupefacenti: progetto formativo per Italia e Spagna, in ricordo di...

Traffico di stupefacenti: progetto formativo per Italia e Spagna, in ricordo di Chinnici, sulle strategie di lotta condivisa

657
SHARE

Rocco Chinnici 30 anni

Anche gli operatori delle Forze dell’ordine sono soggetti a formazione per implementare ed aggiornare competenze specifiche e capacità di indagine. Per contrastare la criminalità transfrontaliera legata al traffico di droga, è stata ideata una collaborazione tra Italia e Spagna.

L’innovativo programma di formazione è stato realizzato dalla Fondazione Chinnici, insieme all’Università di Palermo e a quella di Salamanca in Spagna. Hanno realizzato il progetto “I.F.O.  Illegal flow observation” che si inserisce all’interno delle iniziative promosse e finanziate dalla direzione generale della Commissione europea “DG Justice”, all’interno del programma ISEC 2007-2013, “Prevention of and fight against crime”.

Sdi, Soluzioni d’Impresa si occuperà della erogazione della formazione on line per tutti i paesi UE.

«Nel trentennale della strage di via Pipitone Federico questo progetto è uno dei tanti modi che la Fondazione Chinnici ha scelto per ricordare quella che è stata la prima strage “libanese” della Mafia, Rocco Chinnici – ha sottlineato Massimo Plescia, amministratore unico di Sdi. – E noi siamo orgogliosi di contribuire in un settore che ci compete al ricordo di un un giudice moderno che ha pagato con la vita la coerenza nella legalità ed il coraggio di innovare nella lotta alla mafia attraverso il fondamentale lavoro con le scuole e le indagini sui patrimoni economici».

Il cuore del progetto IFO è la scelta di promuovere e creare un network di cooperazione internazionale tra Italia e Spagna. Nasce considerando le due nazioni territori strategici per il traffico di stupefacenti provenienti dall’Asia, dall’Africa e dal Sud America,  favorendo attraverso l’interazione tra i due attori coinvolti, l’attività di potenziamento delle competenze specifiche in materia di lotta al narcotraffico e lo scambio di conoscenze traducibili in buone prassi.

Il progetto IFO si configura come insieme integrato di attività, organizzate in quattro “pacchetti di lavoro” (Work streams) con specifici obiettivi e risultati tra loro correlati. Si svolgerà in 18 mesi di attività e la sperimentazione del modello di attività formative si concentrerà sulle principali organizzazioni criminali impegnate nel traffico di stupefacenti e sulle loro ramificazioni internazionali.

Le attività progettuali si sviluppano a partire dall’utilizzo di materiale empirico di prima mano: interviste a testimoni privilegiati come magistrati, agenti della Guardia di finanza, operatori di Polizia, esperti, esponenti dell’associazionismo antimafia, ecc.). La lettura e l’esame di documenti giudiziari, intercettazioni, fonti di archivio e dati statistici.

Nel recente incontro di Salamanca sono stati definiti i contenuti delle attività formative che saranno realizzate nel periodo ottobre-dicembre 2013.

In particolare:

1  – Normativa comparata in tema di traffico internazionale di stupefacenti

2 – Sicurezza urbana, prevenzione e problematiche sociali sul territorio

3 – Aspetti tecnici e giuridici correlati alle droghe e sostanze chimiche in genere

4 – Tecniche ed esperienze investigative

5 – Tecniche di simulazione e georeferenziazione

6 – Ingegneria finanziaria e riciclaggio di capitale

7 – Dinamiche di regolamentazione dei testimoni

8 – Aspetti tecnico-giuridici in tema di ottenimento e validazione della “prova” in ambito europeo

9 – Cooperazione mirata forze di polizia e magistratura

Gli interessati a partecipare al corso, possono scrivere a info@fondazionechinnici.it e chiedere di essere contattati.

About Redazione

ha scritto 603 articoli in questo sito.